GIOVANNI

CICLO TERZO: ESSERE LUCE

Non è giunta la mia ora

7.1

Dopo questi fatti GESU' se ne andava per la Galilea; infatti non voleva più andare in Giudea,

perché i Giudei cercavano di ucciderlo.

Si avvicinava intanto la festa

dei Giudei, detta delle Capanne;

i suoi fratelli gli dissero:

<< Parti di qui e va' nella Giudea perché anche i tuoi discepoli vedano le opere che tu fai.

Nessuno infatti agisce di nascosto,

se vuole venire riconosciuto pubblicamente.

Se fai tali cose, manifestati al mondo! >> . Neppure i suoi fratelli infatti credevano in lui.

GESU' allora disse loro:

 

GIOVANNI

<< Il mio tempo non è ancora venuto,

il vostro invece è sempre pronto.

Il mondo non può odiare voi, ma odia me

perché di lui io attesto

che le sue opere sono cattive.

Andate voi a questa festa;

ma io non ci vado,

perché il mio tempo non è ancora compiuto >> . Dette loro queste cose,

restò nella Galilea.

Ma andati i suoi fratelli alla festa,

allora vi andò anche lui;

non apertamente però: di nascosto.

I Giudei intanto lo cercavano durante la festa

e dicevano:

<< Dov'è quel tale? >> .

E si faceva sommessamente un gran parlare

di lui fra la folla; gli uni infatti dicevano:

<< E buono! >> .

Altri invece:

<< No, inganna la gente! >> .

Nessuno però ne parlava in pubblico,

per paura dei Giudei.

 

La mia dottrina non è mia

7,17

Quando ormai si era a metà della festa,

GESU' salì al tempio e vi insegnava.

I Giudei ne erano stupiti e dicevano:

<< Come mai costui conosce le

Scritture, senza aver studiato? >> .

GESU' rispose:

<< La mia dottrina non è mia,

ma di colui che mi ha mandato.

Chi vuol fare la sua volontà,

conoscerà se questa dottrina viene da DIO,

o se io parlo da me stesso.

Chi parla da se stesso, cerca la propria gloria;

ma chi cerca la gloria di colui

che l'ha mandato è veritiero,

e in lui non c'è ingiustizia.

Non è stato forse Mosè a darvi la Legge?

Eppure nessuno di voi osserva la Legge!

Perché cercate di uccidermi? >>.

Rispose la folla: << Tu hai un demonio!

Chi cerca di ucciderti? >> .

GIOVANNI

Rispose GESU':

<< Un'opera sola ho compiuto,

e tutti ne siete stupiti.

Mosè vi ha dato la circoncisione - non che essa venga da Mosè, ma dai patriarchi - e voi circoncidete un uomo anche di sabato.

Ora se un uomo riceve la circoncisione di sabato

perché non sia trasgredita la Legge di Mosè,

voi vi sdegnate contro di me perché

ho guarito interamente un uomo disabato?

Non giudicate secondo le apparenze,

ma giudicate con giusto giudizio! >> .

Vado da colui

che mi ha mandato

7,25

Intanto alcuni di Gerusalemme dicevano:

<< Non è costui quello che cercano di uccidere? Ecco, egli parla liberamente,

e non gli dicono niente.

Che forse i capi abbiano riconosciuto davvero

che egli è il CRISTO?

Ma costui sappiamo di dov'è; il CRISTO invece,

quando verrà, nessuno saprà di dove sia >> . GESU' allora, mentre insegnava nel tempio, esclamò:

<< Certo voi mi conoscete e sapete di dove sono.

Eppure io non sono venuto da me

e chi mi ha mandato è veritiero,

e voi non lo conoscete.

Io però lo conosco, perché vengo da lui

ed egli mi ha mandato >> .

Allora cercarono di arrestarlo,

ma nessuno riuscì a mettergli le mani addosso, perché non era ancora giunta la sua ora.

Molti della folla invece credettero in lui,

e dicevano:

<< Il CRISTO quando verrà, potrà fare segni

più grandi di quelli che ha fatto costui? >> .

I farisei udirono intanto che la gente sussurrava queste cose su di lui e perciò i sommi sacerdoti e i farisei mandarono delle guardie per arrestarlo. GESU' disse:

<< Per poco tempo ancora rimango con voi,

poi vado da colui che mi ha mandato.

Voi mi cercherete, e non mi troverete;

GIOVANNI

e dove sono io, voi non potrete venire >> . Dissero dunque tra loro i Giudei:

<< Dove mai sta per andare costui,

che noi non potremo trovarlo?

Andrà forse fra quelli che sono dispersi

fra i Greci e ammaestrerà i Greci?

Che discorso è questo che ha fatto:

Mi cercherete e non mi troverete

e dove sono io voi non potrete venire? >> .

 

Chi ha sete venga a me

7,37

Nell'ultimo giorno, il grande giorno della festa, GESU' levatosi in piedi esclamò ad alta voce: << Chi ha sete venga a me e beva

chi crede in me;

come dice la Scrittura: fiumi

di acqua viva sgorgheranno dal suo seno >> .

Questo egli disse riferendosi allo Spirito

che avrebbero ricevuto i credenti in lui:

infatti non c'era ancora lo Spirito,

perché GESU' non era stato ancora glorificato.

 

Divisi di fronte a lui

7,40

All'udire queste parole,

alcuni fra la gente dicevano:

<< Questi è davvero il profeta! >> .

Altri dicevano:

<< Questi è il CRISTO! >> .

Altri invece dicevano:

<< Il CRISTO viene forse dalla Galilea?

Non dice forse la Scrittura

che il CRISTO verrà dalla stirpe di Davide

e da Betlemme, il villaggio di Davide? >> .

E nacque dissenso tra la gente

riguardo a lui.

Alcuni di loro volevano arrestarlo,

ma nessuno gli mise le mani addosso.

Le guardie tornarono quindi dai sommi

sacerdoti e dai farisei e questi dissero loro:

<< Perché non lo avete condotto? >> .

Risposero le guardie: << Mai

un uomo ha parlato come parla quest'uomo! >> .

GIOVANNI

Ma i farisei replicarono loro:

<< Forse vi siete lasciati ingannare anche voi?

Forse gli ha creduto qualcuno fra i capi

o fra i farisei?

Ma questa gente, che non conosce la Legge,

è maledetta! >> .

Disse allora Nicodemo, uno di loro,

che era venuto precedentemente da GESU':

<< La nostra legge giudica forse un uomo prima di averlo ascoltato e di sapere ciò che fa? >> . Gli risposero:

<< Sei forse anche tu della Galilea? Studia e vedrai che non sorge profeta dalla Galilea >> .

E tornarono ciascuno a casa sua.

IOANNEM

 

 

 

 

 

7

1 Et post haec ambulabat Iesus in Galilaeam; non enim volebat in Iudaeam ambulare,

quia quaerebant eum Iudaei interficere.

2 Erat autem in proximo dies festus

Iudaeorum, Scenopegia.

3 Dixerunt ergo ad eum fratres eius: "

Transi hinc et vade in Iudaeam, ut

et discipuli tui videant opera tua, quae facis.

4 Nemo quippe in occulto quid facit

et quaerit ipse in palam esse.

Si haec facis, manifesta teipsum mundo ".

5 Neque enim fratres eius credebant in eum.

6 Dicit ergo eis Iesus: "

 

IOANNEM

Tempus meum nondum adest,

tempus autem vestrum semer est paratum.

7 Non potest mundus odisse vos; me autem

odit, quia ego testimonium

perhibeo de illo, quia opera eius mala sunt.

8 Vos ascendite ad diem festum;

ego non ascendo ad diem festum istum,

quia meum tempus nondum impletum est ".

9 Haec autem cum dixisset,

ipse mansit in Galilaea.

10 Ut autem ascenderunt fratres eius ad

diem festum, tunc et ipse ascendit,

non manifeste sed quasi in occulto.

11 Iudaei ergo quaerebant eum in die festo

et dicebant: "

Ubi est ille? ".

 

12 Et murmur multus de

eo erat in turba. Alii quidem dicebant: "

Bonus est! ";

alii autem dicebant: "

Non, sed seducit turbam! ".

13 Nemo tamen palam loquebatur de illo

propter metum Iudaeorum.

 

 

 

 

 

14 Iam autem die festo mediante,

ascendit Iesus in templum et docebat.

15 Mirabantur ergo Iudaei dicentes: "

Quomodo hic litteras scit,

cum non didicerit? ".

16 Respondit ergo eis Iesus et dixit: "

Mea doctrina non est mea

sed eius, qui misit me.

17 Si quis voluerit voluntatem eius facere,

cognoscet de doctrina utrum ex Deo sit,

an ego a meipso loquar.

18 Qui a semetipso loquitur, gloriam

propriam quaerit; qui autem quaerit gloriam eius, qui misit illum, hic verax est,

et iniustitia in illo non est.

19 Nonne Moyses dedit vobis legem?

Et nemo ex vobis facit legem.

Quid me quaeritis interficere? ".

20 Respondit turba: "

Daemonium habes!

Quis te quaerit interficere? ".

IOANNEM

21 Respondit Iesus et dixit eis: "

Unum opus feci, et omnes miramini.

22 Propterea Moyses dedit vobis

circumcisionem non quia

ex Moyse est sed ex patribus

et in sabbato circumciditis hominem.

23 Si circumcisionem accipit homo in

sabbato, ut non solvatur lex Moysis,

mihi indignamini, quia

totum hominem sanum feci in sabbato?

24 Nolite iudicare secundum faciem,

sed iustum iudicium iudicate ".

 

 

 

 

 

 

25 Dicebant ergo quidam ex Hierosolymitis: " Nonne hic est, quem quaerunt interficere?

26 Et ecce palam loquitur,

et nihil ei dicunt.

Numquid vere cognoverunt principes

quia hic est Christus?

27 Sed hunc scimus unde sit, Christus autem cum venerit, nemo scit unde sit ".

28 Clamavit ergo docens in templo Iesus

et dicens: "

Et me scitis et unde sim scitis.

Et a meipso non veni,

sed est verus, qui misit me,

quem vos non scitis.

29 Ego scio eum, quia ab ipso sum,

et ipse me misit ".

30 Quaerebant ergo eum apprehendere,

et nemo misit in illum manus,

quia nondum venerat hora eius.

31 De turba autem multi crediderunt in eum et dicebant: "

Christus cum venerit, numquid plura signa faciet quam quae hic fecit? ".

32 Audierunt pharisaei turbam murmurantem de illo haec et miserunt pontifices et

pharisaei ministros, ut apprehenderent eum.

33 Dixit ergo Iesus: "

Adhuc modicum tempus vobiscum sum

et vado ad eum, qui misit me.

34 Quaeretis me et non invenietis;

 

IOANNEM

et ubi sum ego, vos non potestis venire ".

35 Dixerunt ergo Iudaei ad seipsos: "

Quo hic iturus est,

quia nos non inveniemus eum?

Numquid in dispersionem

Graecorum iturus est et docturus Graecos?

36 Quis est hic sermo, quem dixit: "

Quaeretis me et non invenietis" et: "

Ubi sum ego, vos non potestis venire"? ".

 

 

 

 

 

37 In novissimo autem die magno festivitatis stabat Iesus et clamavit dicens: "

Si quis sitit, veniat ad me et bibat,

38 qui credit in me.

Sicut dixit Scriptura, flumina

de ventre eius fluent aquae vivae ".

39 Hoc autem dixit de Spiritu,

quem accepturi erant qui crediderant in eum.

Nondum enim erat Spiritus,

quia Iesus nondum fuerat glorificatus.

 

 

 

 

 

 

40 Ex illa ergo turba,

cum audissent hos sermones, dicebant: "

Hic est vere propheta! ";

41 alii dicebant: "

Hic est Christus! ";

quidam autem dicebant: "

Numquid a Galilaea Christus venit?

42 Nonne Scriptura dixit: "

Ex semine David et de Bethlehem castello,

ubi erat David, venit Christus"? ".

43 Dissensio itaque facta est in turba

propter eum.

44 Quidam autem ex ipsis volebant apprehendere eum, sed nemo misit super illum manus.

45 Venerunt ergo ministri ad

pontifices et pharisaeos; et dixerunt eis illi: "

Quare non adduxistis eum? ".

46 Responderunt ministri: "

Numquam sic locutus est homo ".

IOANNEM

47 Responderunt ergo eis pharisaei: "

Numquid et vos seducti estis?

48 Numquid aliquis ex principibus credidit

in eum aut ex pharisaeis?

49 Sed turba haec, quae non novit legem,

maledicti sunt! ".

50 Dicit Nicodemus ad eos, ille

qui venit ad eum antea, qui unus erat ex ipsis:

51 " Numquid lex nostra iudicat hominem, nisi audierit ab ipso prius et cognoverit quid faciat? ".

52 Responderunt et dixerunt ei: "

Numquid et tu ex Galilaea es? Scrutare et

vide quia propheta a Galilaea non surgit! ".

53 Et reversi sunt unusquisque in domum suam.