Formazione "il FIGLIO dell'UOMO" ARGOMENTO dalla STAMPA QUOTIDIANA

FORMAZIONE

il FIGLIO dell'UOMO

ONLUS - ASSOCIAZIONE CATTOLICA

E-mail: studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet: http://www.cristo-re.eu ; http://www.maria-tv.eu ;

http://www.vangeli.net ; http://www.mondoitalia.net ;

http://www.web-italia.eu ; http://www.engineering-online.eu;

dal 28 Marzo al 4 Aprile 2010

9a SETTIMANA MONDIALE della Diffusione in Rete Internet nel MONDO de

" i Quattro VANGELI " della CHIESA CATTOLICA , Matteo, Marco, Luca, Giovanni, testi a lettura affiancata scarica i file cliccando sopra Italiano-Latino Italiano-Inglese Italiano-Spagnolo

L'ARGOMENTO DI OGGI

Aderite all"

ORDINE LAICO dei " CAVALIERI del FIGLIO dell'UOMO" per VIVERE il VANGELO, Diventate CAVALIERI del FIGLIO dell'UOMO vivendo la Vostra VITA in FAMIGLIA e sul LAVORO secondo VIA, VERITA' VITA

Un editoriale del più importante quotidiano finanziario europeo

"Il premier italiano è sotto assedio e per lui i problemi sono seri"

Il Financial Times su Berlusconi

"Non può governare l'Italia"

2009-12-07

Ingegneria Impianti Industriali

Elettrici Antinvendio

ST

DG

Studio Tecnico

Dalessandro Giacomo

SUPPORTO ENGINEERING-ONLINE

 

L'ARGOMENTO DI OGGI

 

Il Mio Pensiero:

Dal Sito Internet di

 

CORRIERE della SERA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.corriere.it

2009-12-07

 

 

 

REPUBBLICA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.repubblica.it/

2009-12-07

Un editoriale del più importante quotidiano finanziario europeo

"Il premier italiano è sotto assedio e per lui i problemi sono seri"

Il Financial Times su Berlusconi

"Non può governare l'Italia"

dal nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINI

LONDRA - Dopo l'editoriale di venerdì scorso dell'Economist, l'autorevole settimanale globale britannico, che gli ha chiesto di dimettersi, stamane anche il Financial Times, più importante quotidiano finanziario d'Europa, afferma che Silvio Berlusconi "non può governare l'Italia". In un commento non firmato nella pagina degli editoriali, espressione della direzione del giornale secondo lo stile della stampa anglosassone, il quotidiano della City afferma che il premier italiano è stato a lungo in grado di restare a galla a dispetto delle controversie che lo circondano; "ma le cose adesso, finalmente, stanno diventando serie per il Cavaliere", osserva l'articolo.

Il FT ricorda che nei giorni scorsi Berlusconi è stato accusato in tribunale da un mafioso pentito di avere avuto legami con Cosa Nostra nel mezzo della campagna di attentati dei primi anni '90, accuse negate dal primo ministro ma che "ciononostante mettono in rilievo i suoi legami con Marcello Dell'Utri, un suo stretto collaboratore che sta facendo appello contro una condanna a nove anni di prigione per associazione mafiosa". Il quotidiano londinese elenca quindi gli altri processi che gravano sul leader del Pdl: quello per la corruzione dell'avvocato inglese David Mills, uno riguardante Mediaset, a cui si somma la richiesta di ancora un'altra corte di giustizia del pagamento di una garanzia bancaria sui 750 milioni di euro che la Fininvest è stata condannata a pagare come risarcimento alla Cir di Carlo De Benedetti per la controversa battaglia sull'acquisizione della Mondadori.

"Berlusconi è sotto assedio", riassume il Financial Times. Ai suoi problemi giudiziaria si aggiungono la richiesta di sua moglie di un accordo di divorzio "punitivo", la "grande dimostrazione" di protesta del No Berlusconi Day e il fatto che "perfino il suo alleato, Gianfranco Fini, un possibile successore, è stato sentito dire che Berlusconi confonde la leadership con la monarchia assoluta".

"E' prematuro dare per spacciato questo scaltro uomo politico, ma sta pattinando su un ghiaccio sottile", conclude l'editoriale. "La lamentela da lui spesso citata secondo cui non può governare e al tempo stesso affrontare una serie di casi in tribunale contro di lui è sicuramente giusta. Il suo governo sta cominciando a trascorrere più tempo a fare i conti con i problemi di Berlusconi che con quelli del paese. Le dure decisioni necessarie per riformare l'economia e le istituzioni italiane non verranno prese finché egli rimane primo ministro".

© Riproduzione riservata (7 dicembre 2009)

 

 

 

 

 

Il premier mette fretta ai suoi su processo breve, legittimo impedimento

e nuovo lodo Alfano. A preoccupare il Cavaliere è il caso Mills

Berlusconi adesso gioca su tre tavoli

"Voglio un intervento per prendere fiato"

di LIANA MILELLA

Berlusconi adesso gioca su tre tavoli "Voglio un intervento per prendere fiato"

Silvio Berlusconi

ROMA - L'ordine di Berlusconi è, per ora, quello di "mandare avanti in fretta sia il processo breve che il legittimo impedimento". Da approvare entrambi, nelle rispettive commissioni di Senato e Camera, prima di Natale, e in aula a gennaio, alla ripresa dei lavori dopo la pausa per le feste. Ma in anticipo sulla sospensione, come confermano autorevoli fonti del Pdl, sarà presentato anche il nuovo testo dell'ormai ex lodo Alfano, lo scudo congela processi per le quattro più alte cariche, stavolta in veste costituzionale. I giuristi sono alle prese con gli ultimi dettagli per cucire il testo addosso alla sentenza della Consulta che ha bocciato il vecchio lodo. Poi, con tre carte da giocare sul tavolo, e in base alle convergenze che si determineranno, "si vedrà quale taglierà il traguardo per prima".

Ma lo scenario che il Cavaliere impone ai suoi è il seguente: al più presto le nuove regole sul legittimo impedimento, allargate anche a ministri e parlamentari, in modo da non dare l'idea che ancora una volta si lavora solo e sempre per lui, per il "capo". "Ho bisogno di una legge che mi faccia prendere fiato" ha detto nei giorni scorsi. Una nuova e inedita modulazione del rapporto tra impegni istituzional-politici e presenza alle udienze per esercitare il proprio diritto alla difesa che consenta al capo del governo di rallentare il più possibile, se non addirittura sospendere (per sei mesi, secondo la proposta Costa-Brigandì), la sua partecipazione ai processi. A preoccupare Berlusconi è soprattutto il caso Mills, dove l'incombere della prescrizione (aprile 2011) potrebbe spingere i giudici a un'accelerazione.

L'UNITA'

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.unita.it

2009-12-07

 

 

il SOLE 24 ORE

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.ilsole24ore.com

2009-12-07

Ft: "Berlusconi con le spalle al muro"

7 dicembre 2009

"Dai nostri archivi"

The Economist a Berlusconi: "È ora di dire addio"

Ft rilancia Report sui conti Berlusconi alla Banca Arner

Quattro nodi da sciogliere ora o mai più

Mafia, la procura di Firenze: "Berlusconi e Dell'Utri non sono indagati"

Berlusconi, il libro della escort e le accuse del pentito

Pubblicità

Silvio Berlusconi, l'appariscente primo ministro italiano, è sempre parso fluttuare indenne al di sopra delle controversie che periodicamente lo incalzano mettendolo sotto pressione, al pari di un astuto protagonista di qualche romanzo picaresco. Gli elettori italiani continuano a votarlo e l'ondata di scandali sessuali che ha tenuto il suo nome sotto i riflettori per buona parte di quest'anno pare, se non altro, averne aumentato il fascino.

La situazione, però, potrebbe in definitiva farsi estremamente seria per "Il Cavaliere". Venerdì scorso a Torino il suo nome è stato fatto in tribunale da un detenuto che sconta una condanna per omicidio e che ha legami con la Mafia siciliana, in relazione all'ondata di attentati perpetrati negli anni Novanta da Cosa Nostra. Le accuse smentite da Berlusconi hanno se non altro portato in primo piano i suoi rapporti con Marcello Dell'Utri, un suo stretto collaboratore che sta presentando appello contro una condanna a nove anni per associazione mafiosa. Quello stesso giorno, in un'altra aula di Tribunale, a Milano, i suoi avvocati hanno annunciato che gli incarichi istituzionali impedivano a Berlusconi di essere presente al processo per difendersi dall'accusa di aver corrotto David Mills, suo ex avvocato britannico, affinché rendesse falsa testimonianza. Nel frattempo Berlusconi è sotto accusa in un altro processo ancora, che lo vede imputato per i suoi interessi in Mediaset, e la settimana prima un altro tribunale ancora aveva chiesto che la sua holding Fininvest desse una garanzia bancaria di 750 milioni di euro per i danni arrecati nella battaglia ingaggiata per assumere il controllo della casa editrice Mondadori.

Da quando a ottobre la Corte Costituzionale ha abrogato una legge (Lodo Alfano, NdT) fatta approvare per garantire l'immunità da qualsiasi accusa dei primi ministri nell'esercizio delle loro funzioni, Berlusconi è sotto un vero e proprio assedio. Alle sue sfortune si aggiunge anche la richiesta da parte della moglie di un risarcimento molto oneroso nell'ambito di una causa di divorzio con addebito di colpa, e sui giornali non è passato giorno senza che si parlasse dei suoi guai con la giustizia. Nel weekend gli italiani hanno manifestato contro di lui con una grande dimostrazione all'insegna dello slogan "No a Berlusconi".

Perfino il suo alleato Gianfranco Fini, suo possibile successore che ha preso nettamente le distanze dal post-fascismo indirizzandosi politicamente verso il centro, è stato intercettato mentre affermava che Berlusconi confonde "la leadership con la monarchia assoluta". La sua politica estera, che si regge su rapporti personali con leader come Vladimir Putin e Muammar Gheddafi, pare molto spesso mescolare affari di Stato e affari personali.

È prematuro dichiarare sconfitto questo scaltro sopravvissuto, ma di certo Berlusconi si sta muovendo ormai su un terreno sempre più insidioso, che potrebbe cedere da un momento all'altro. Le sue rimostranze di non poter governare e al contempo combattere la serie ininterrotta di cause che lo vedono imputato sono sicuramente giuste: Berlusconi le liquida invariabilmente come una "caccia alle streghe" da parte delle "toghe rosse", ma il suo governo ormai si occupa più dei suoi problemi con la Giustizia che dei problemi dell'Italia. E finché Berlusconi rimarrà primo ministro non si prenderanno quei difficili ma doverosi provvedimenti di riformare l'economia e le istituzioni italiane.

© Copyright The Financial Times Ltd 2009.

Traduzione di Anna Bissanti

7 dicembre 2009

 

 

 

 

 

 

 

AVVENIRE

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.avvenire.it

2009-10-27

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA STAMPA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.lastampa.it/redazione/default.asp

2009-10-27

 

 

 

 

 

LA GAZZETTA del MEZZOGIORNO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_homepage_03.php?IDCategoria=1

2009-10-27

 

 

 

 

IL GIORNALE

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.ilgiornale.it/

2009-10-27

 

 

 

 

L'OSSERVATORE ROMANO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.vatican.va/news_services/or/home_ita.html

2009-10-27

 

 

 

IL MATTINO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.ilmattino.it/

2009-10-27

 

 

 

 

La GAZZETTA dello SPORT

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.gazzetta.it/

2009-10-27

 

 

 

 

 

CORRIERE dello SPORT

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.corrieredellosport.it/

2009-10-27

 

 

 

 

 

 

L'ESPRESSO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://espresso.repubblica.it/

2009-10-27

 

 

 

 

PANORAMA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.panorama.it/

2009-10-27

 

 

 

 

FAMIGLIA CRISTIANA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.italysoft.com/news/famiglia-cristiana.html

http://www.sanpaolo.org/fc/default.htm

2009-10-27

 

 

SORRISI e CANZONI

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.sorrisi.com/sorrisi/home/index.jsp

2009-10-27

 

 

 

 

 

PUNTO INFORMATICO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.italysoft.com/news/il-punto-informatico.html

2009-10-27

 

 

 

 

 

EUROPA QUOTIDIANO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.europaquotidiano.it/site/engine.asp

2009-10-27

 

 

 

 

 

 

 

WALL STREET ITALIA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.wallstreetitalia.com/

2009-10-27

 

 

 

 

 

 

 

IL SECOLO XIX

http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/

LIBERO

http://www.libero-news.it/

IL MONDO

http://www.ilmondo.rcs.it/

MILANO FINANZA

http://www.milanofinanza.it/

MOMENTO SERA

http://www.momentosera.it/home.php

ITALIA OGGI

http://www.italiaoggi.it/

LA NAZIONE

http://www.momentosera.it/home.php

IL FOGLIO

http://www.ilfoglio.it/

 

IL MANIFESTO

http://www.ilmanifesto.it/

 

 

 

 

 

 

WIKIPEDIA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.wikipedia.it

 

GENTE VIAGGI

http://www.genteviaggi.it/

AUTO OGGI

http://www.inauto.com/speciali/autooggi/index.html

QUATTRO RUOTE

http://www.quattroruote.it/

INTERNAZIONALE

http://www.internazionale.it/home/

 

 

ARCHEOLOGIA VIVA

http://www.archeologiaviva.it/

AUDIO REVIEW

http://www.audioreview.it/

IL FISCO

http://www.ilfisco.it/

STAR BENE

http://www.starbene.it/

ABITARE

http://abitare.it/

BRAVA CASA

http://atcasa.corriere.it/

DONNA MODERNA

http://www.donnamoderna.com/home/index.jsp

SECONDA MANO

http://www.secondamano.it/

PC WORLD

http://www.pcworld.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FINANCIAL TIMES

http://www.ft.com/home/europe/

EL PAIS

http://www.elpais.com/global/

 

LE MONDE

http://www.lemonde.fr/

THE NEW YORK TIMES

http://www.nytimes.com/

THE WALL STREET JOURNAL

http://europe.wsj.com/home-page

MAIL & GUARDIAN

http://www.mg.co.za/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai alla HOME PAGE

Edito in Proprio e Responsabile STUDIO TECNICO DALESSANDRO GIACOMO

Responsabile Per. Ind. Giacomo Dalessandro

Riferimaneti Leggi e Normative : Michele Dalessandro - Organizzazione, impaginazione grafica: Francesca Dalessandro